Far East

di Marcello Greco

  • Aung San Suu Kyi presta giuramento

    Ventidue anni dopo la schiacciante vittoria elettorale, poi annullata dal regime militare, Aung San Suu Kyi si e’ ripresa oggi quello che le spettava di diritto: entrare a fare parte della vita politica del suo paese, oppresso da 49 anni di autoritarismo.

    Così, stamani, la leader dell’opposizione birmana, eletta lo scorso primo aprile, si è presentata in parlamento e ha prestato giuramento sulla costituzione varata da quegli stessi militari che per due decenni l’hanno condannata ai domiciliari e che ora le siedono accanto.

    Aung San Suu Kyi è dunque ufficialmente deputato del parlamento birmano insieme ad altri 33 esponenti del suo partito, la Lega nazionale per la democrazia. Una piccola pattuglia, assolutamente minoritaria, che dovrà scontrarsi con i militari eletti in parlamento e con la larga maggioranza sostenuta dalla giunta al governo.

    “Porteremo aventi le nostre istanze all’interno del parlamento esattamente come abbiamo fatto negli ultimi 20 anni al di fuori delle istituzioni”, ha spiegato il premio Nobel per la pace.

    Con un unico obiettivo: favorire il cammino del paese verso la democrazia.

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Foto Blogger

Calendario

Commenti recenti